Publication:
Cavaliere inglese, martire africano o santo catalano? L'intreccio di identità nella canonizzazione di San Serapio

Loading...
Thumbnail Image
Publication date
2020
Reading date
Event date
Start date of the public exhibition period
End date of the public exhibition period
Advisors
Authors of photography
Person who provides the photography
Journal Title
Journal ISSN
Volume Title
Publisher
Enredars
Export
Research Projects
Organizational Units
Journal Issue
Abstract
Nel 1630 venne aperto ufficialmente il processo di canonizzazione di un personaggio chiamato Serapio, frate mercedario che secondo la tradizione era morto martire nel XIII secolo ma sulla cui vita si conoscevano pochissimi dettagli. La causa si concluse nel 1728, con il riconoscimento del culto immemorabile da parte del Vaticano. In contemporanea apparvero anche le prime rappresentazioni artistiche del personaggio, realizzate da autori di spicco della scuola spagnola del Seicento, come Francisco Zurbarán e Juan Andrés Rizi. Partendo dalle fonti scritte, in particolar modo l'agiografia e i documenti del processo canonico, e passando attraverso dipinti e stampe, il testo analizza come venne costruita la biografia di Serapio e le distinte identità che gli vennero di volta in volta assegnate, sullo sfondo dei conflitti tra Spagna e Inghilterra, da un lato, degli attacchi dei pirati barbareschi alle coste Mediterranee, dall'altro, e infine della Guerra di Successione Spagnola.
Doctoral program
Related publication
Research projects
Description
Bibliographic reference
Photography rights